Tutt@ al Consiglio comunale straordinario!

Immagine della centrale geotermica turca Dora 1
Immagine della centrale geotermica turca Dora 1
La centrale geotermica turca Dora 1, del tutto simile a quella che vorrebbero costruire a Monticello

Venerdì 29 agosto si terrà, finalmente!, il Consiglio comunale straordinario a Cinigiano con unico punto la Geotermia, ed in particolare il Progetto di impianto della Gesto Italia srl, previsto sulla strada che dal Casalino porta a Monticello Amiata (anche se fisicamente ubicato nel Comune di Castel del Piano).

Il Consiglio comunale straordinario sarà aperto, il che significa che TUTTE le cittadine e i cittadini potranno prendere la parola durante il consiglio, dicendo le loro ragioni, perplessità, paure, dubbi. E tutto verrà messo a verbale. Questa cosa è FONDAMENTALE per la nostra battaglia, perché sarà un altro segnale forte dell’unità di intenti tra amministrazione comunale, aziende, associazioni locali e cittadini nel NON VOLERE questa centrale nel nostro territorio, ma neanche tutte le altre che la Regione Toscana e la Rete Geotermica vorrebbero costruire nei prossimi anni sul Monte Amiata.

Un NO! categorico e motivato – come stanno a dimostrare le oltre 650 Osservazioni contrarie alla centrale che sono state raccolte nell’ultimo mese su tutto il territorio comunale e nei paesi limitrofi – che avrà ancora più forza se venerdì, durante il Consiglio comunale straordinario, saremo in tante e tanti, con gli amministratori, ad urlarlo alla Gesto, al Ministero dell’Ambiente e alla Regione Toscana.

Quindi non manchiamo, venerdì 29 agosto, alle ore 21, presso la sala del Consiglio comunale a Cinigiano, per dire NO! alla centrale geotermica della Gesto, insieme all’amministrazione, alla minoranza, alle aziende, ai cittadini del comune!

Comunicato stampa fine osservazioni centrale geotermica “Montenero”

Comunicato stampa

Comitato Agorà – Cittadinanza Attiva

COMUNICATO STAMPA del 22 agosto 2014

Comunicato stampaLa segreteria del Comune di Cinigiano ha concluso la spedizione delle osservazioni dei cittadini in relazione al progetto geotermico denominato Montenero.
Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, destinatario della spedizione, ha ricevuto così da parte nostra più di 600 osservazioni: molte quelle dei cittadini, importantissime quelle delle aziende e degli esercizi pubblici.
Toccante e profonda l’osservazione di Don Antonio Bartalucci, Parroco di Monticello, Cinigiano, Porrona, Santa Rita, Castiglioncello Bandini e Montenero che, con parole dense, unisce la religiosità dei luoghi e delle popolazioni con le tradizioni, le radici, l’economia e l’etica chiedendone il rispetto.
Venti sono le osservazioni tecniche sul progetto dell’impianto preparate da un docente universitario di ingegneria elettrica nelle quali si chiede ai proponenti un profondo riesame di molti aspetti del progetto e si solleva, tra altri, preoccupazione sulla stabilità delle strade, sull’inquinamento magnetico, sul rumore, sulla presenza di liquidi infiammabili, sulle polveri sottili e sul gas radioattivo radon.
Le osservazioni di culturali e sociali della Pro Loco di Monticello Amiata tracciano la ricca storia di questo paese e la sua inequivocabile vocazione turistica e agricola.
Inoltre osservazioni di grande significato sono state presentate dal Consorzio Seggiano DOP e dalla Associazione per la valorizzazione della Castagna del Monte Amiata IGP, attività che subirebbero un gravissimo danno economico con la perdita di centinaia di posti di lavoro a fronte delle pochissime unità offerte da un impianto geotermico.
Il numero delle osservazioni è elevatissimo come del resto la loro qualità, ciò testimonia quanto l’opposizione alla costruzione della centrale della Gesto Italia srl sia compatta e irremovibile: tutti uniti a ribadire la vocazione turistica e agricola delle nostro territorio e a difenderlo da ogni speculazione.
Le oltre 600 Osservazioni dei cittadini si concentrano su temi assai preoccupanti, quali la stabilità delle loro abitazioni (costruite tra il 1200 e il 1900) che rischiano lesioni o crolli per effetto dei movimenti tellurici riconducibili alle attività dell’impianto; l’eventuale aumento degli inquinanti (quali l’arsenico) nell’acqua dei pozzi e delle sorgenti utilizzate per l’irrigazione degli orti e per l’abbeveramento degli animali; i possibili danni agli uliveti, ai castagneti e ai vigneti per effetto dei lenti movimenti del terreno; gli irreparabili danni al bellissimo paesaggio e la paura, per chi ha abitazioni e terreni in vicinanza dell’impianto, per possibili incendi o esplosioni dell’impianto legate all’utilizzo di materiali fortemente infiammabili.
E per oltre 650 volte, con una dichiarazione esplicita e specifica, i cittadini hanno espresso la loro totale contrarietà alla realizzazione dell’impianto geotermico in difesa del loro territorio.
La nostra manifestazione corale è un messaggio chiarissimo alle Istituzioni Regionali e Nazionali: questo è un territorio ricco di storia e di tradizioni e abitato da gente intellettualmente viva e vivace che è assolutamente determinata a proteggere la propria terra, a mantenerne la vocazione culturale, a promuovere e difendere, in sinergia con le istituzioni locali, lo sviluppo agricolo e turistico. La coltura della terra è memoria, storia, risorse investite, sudore, amore: questo è il presente lasciatoci dai nostri padri, vogliamo che sia anche il rispettoso futuro per chi questa terra la vivrà.

Per contatti:
agora-cittadinanzattiva@inventati.org
http://agorattiva.noblogs.org/
https://www.facebook.com/agoracittadinanzattiva

Riunione del Comitato lunedì 25 agosto

Disegno di un'assemblea

Disegno di un'assembleaCi troviamo nuovamente lunedì 25 agosto, sempre alle ore 21, sempre nella palestra delle Scuole di Monticello Amiata.

Una bozza di odg potrebbe essere:

  • fine raccolta Osservazioni (a breve lanceremo un Comunicato stampa su questa cosa): analisi e commenti;
  • prossimi passi: Consiglio comunale straordinario del 29 agosto, processione con i preti di Monticello/Montenero e di Castel del Piano,
    convegno sulla geotermia in autunno, altre ed eventuali;
  • metodo di lavoro interno al comitato.

Cerchiamo di esserci, perché – come dicevo nell’altra email – con la fine della raccolta delle Osservazioni NON abbiamo finito, anzi, siamo
solo all’inizio.

A lunedì!

Assemblee sul territorio

Dettaglio della cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana
Dettaglio della cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana

Lunedì 28 luglio si è tenuta, nella sala della Pro Loco di Cinigiano, un’assemblea cittadina sulla questione del Progetto di centrale geotermica della Gesto Italia.

Scopo della riunione era, in primis, informare ed aggregare nuovi cittadini che si mobilitino contro questo scempio.

PARTECIPAZIONE

A metà serata la sala era piena: tutte le sedie occupate e gente in piedi. Attorno alle 50 persone (+ o -), grande attenzione e preoccupazione;

INFORMARE ED AGGREGARE

L’intervento dell’ingegner Marco Pascucci, con il suo studio del Progetto Gesto e le note condivise con tutte/i noi, è stato fondamentale.

Dal suo lavoro sono emerse alcune cose veramente preoccupanti, come il rumore che verrà prodotto dalla centrale (l’equivalente di 4 martelli pneumatici sempre in funzione), il calore (l’equivalente di 50.000 caloriferi sempre accesi: cioè il riscaldamento prodotto dalla città di Brescia, per capirsi) e la deturpazione del paesaggio: la struttura avrà una “torre” alta 11 metri poggiata su una struttura lunga 60 metri e larga 40.

FARE PRESSIONE SULLE FORZE POLITICHE LOCALI

Ieri erano presenti, per l’Amministrazione comunale di Cinigiano, il vicesindaco Balocchi, l’assessora all’Ambiente Francesca Bianchi e la consigliera Daniela Tassi.

Hanno espresso la loro posizione, hanno raccontato cosa stanno facendo e sono emerse cose sicuramente interessanti.

Era presente anche Alice Bianchini, consigliera di minoranza, nonché altri esponenti della minoranza.

IL RAPPORTO CON LE ISTITUZIONI

Dopo un inizio difficile, il rapporto tra Agorà – CittadinanzAttiva e le istituzioni – tanto la maggioranza quanto la minoranza del Consiglio comunale di Cinigiano, ma anche con dirigenti e dipendenti del Comune stesso – ora procede bene: in tutte le assemblee pubbliche organizzate da noi o con la nostra collaborazione, hanno partecipato attivamente membri tanto della maggioranza che della minoranza. Entrambe si sono dette più che disponibili a collaborare per una mozione comune di rifiuto della centrale di Montenero / Monticello e ci è stato promesso che a brevissimo verrà convocato il tanto auspicato Consiglio comunale straordinario sulla questione geotermica.

DA PARTE NOSTRA

La discussione è stata assai proficua.

Abbiamo deciso:

  • di continuare, ovviamente, ad organizzare la raccolta delle Osservazioni (mentre scriviamo ne abbiamo raccolte già 200 tra i cittadini, oltre 20 tra gli “esperti” e stiamo lavorando per raccogliere anche quelle delle aziende), che è la priorità da qui al 24 agosto. Altre persone si sono date disponibili a fare questa cosa.;

  • di continuare a fare queste assemblee itineranti, ogni 15 giorni. È stata proposta come sede della prossima assemblea Santa Rita, e siamo in attesa che ci venga detto quando verrà fatta dagli amici del comitato locale;

  • di fare iniziative di piazza, per rendere ancora più esplicita la nostra opposizione alla centrale.

Mercoledì 30, poi, c’è stato un importantissimo incontro con i comitati di Montenero e quello di Castel Giorgio – in provincia di Terni – che come noi sta lottando contro un’assurda centrale geotermica, piazzata a pochi metri dal paese, in uno splendido paesaggio agreste.

Erano presenti anche l’avvocato Greco, l’assessore all’ambiente del Comune di Castel del Piano Franco Giannetti e con l’arrivo a sorpresa del Sindaco di Seggiano Gianpiero Secco.

Tra le tante cose dette e discusse, ne sono emerse alcune di fondamentale importanza:

  • alla fine della procedura di VIA da parte del Ministero dell’Ambiente, la Regione Toscana dovrà esprimere un parere VINCOLANTE sulla costruzione o meno della centrale;

  • che TUTTI i soggetti in campo contrari alla centrale DEVONO marciare e parlare con una sola voce, ad iniziare dalle amministrazioni comunali, in cui maggioranza e minoranza – almeno su questa battaglia – devono collaborare al 100%; voce che sarà determinante per premere sulla Regione perché NON autorizzi la costruzione della centrale;

  • che noi cittadini, aziende, associazioni e amministrazioni NON possiamo produrre delle Osservazioni complete perché non abbiamo la possibilità di accedere al Progetto di centrale completo, visto che la società proponente, la Gesto srl, ha secretato alcune parti del Progetto stesso; e chiediamo, tutte e tutti, di spostare questa scadenza fino a quando non avremo avuto TUTTA la documentazione;

Ragionavamo su queste cose, quando è arrivato il Sindaco di Seggiano, e ci ha parlato del nuovo progetto di centrale geotermica presentato nel suo comune, tra Seggiano e Monte Giovi:

http://www.regione.toscana.it/-/progetti-sottoposti-a-procedura-di-valutazione-di-impatto-ambientale

È chiaro, a questo punto, come del resto già lo era, che la battaglia contro la distruzione del nostro territorio, nella sua trasformazione da località di pregio, di produzioni di qualità, di turismo a zona industriale degradata, questa battaglia NON è “solo” di Montenero o Monticello, ma di tutte e tutti i cittadini del Monte Amiata.

Lunedì 4 agosto: assemblea a Monticello Amiata

Disegno di un'assemblea

Disegno di un'assemblea

Questa sera, lunedì 4 agosto, ci troveremo nella palestra della scuola di Monticello Amiata, alle ore 21, per continiare a discutere della centrale geotermica che la Gesto vorrebbe fare tra Monticello e Montenero d’Orcia e per trovare il modo di bloccare questo scempio.

Partecipiamo!!

La geotermia a Cinigiano: non solo Monticello

Cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana

Ieri sera si è tenuta, presso la sala consigliare del Comune di Cinigiano, un’assemblea sulla questione della centrale geotermica in progetto alle porte di Monticello.

Come Comitato vorremo, però, evitare di correre in un pericolo banale ma reale: far pensare ai cittadini del Comune che il problema sia “solo” di Monticello. Così non è, e la cartina seguente – della Regione Toscana, qui il dettaglio:

Cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana
Cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana

Come si può vedere, da Montalcino a Pereta, passando per Montenero, Cinigiano, Murci fino a Pitigliano, TUTTA l’Amiata è interessata a queste concessioni.

Nel dettaglio che segue, però, possiamo vedere che la zona del Comune di Cinigiano ha ben 2 concessioni, oltre a quella della centrale di “Montenero”:

  • una che si chiama “Cinigiano”, appunto, ed è sempre della società Gesto, la stessa che vuole costruire la centrale alle porte di Monticello;
  • l’altra che si chiama “Monte Labro”, di una società che si chiama “Geoenergy“.

Ecco il dettaglio:

Dettaglio della cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana
Dettaglio della cartina delle concessioni di ricerca geotermica in Toscana

Come si può vedere il comune di Cinigiano è INTERAMENTE interessato alla ricerca geotermica, non solo Monticello Amiata.

E come la “nostra” vicenda insegna, nel momento in cui una società spende tempo e soldi per fare ricerca, una volta che trova ciò che cerca, poi l’impianto prova a farlo.

Muoviamoci tutte e tutti, di Monticello e di Cinigiano, così come di Porrona, Santa Rita, il Sasso e tutte le altre frazioni, prima che sia troppo tardi.

15 luglio: assemblea sulla Geotermia a Cinigiano

Immagine della centrale geotermica turca Dora 1
La centrale geotermica turca Dora 1, del tutto simile a quella che vorrebbero costruire a Monticello

Martedì 15 luglio, alle ore 21, nella sala consigliare del Comune di Cinigiano si terrà un’assemblea cittadina aperta alla partecipazione di tutte/i, organizzata con il Comune, per informare i cittadini sul progetto di centrale geotermica che la società Gesto vorrebbe costruire alle porte di Monticello Amiata.

L’Ordine del Giorno sarà:

 

  • Che cosa sta succedendo?
  • Che cosa stanno facendo i comuni coinvolti?
  • Che cosa stanno facendo i comitati?

È assolutamente importante la partecipazione più larga possibile dei cittadini e delle cittadine!

15 luglio: incontro con le associazioni territoriali

Banner del sito del Comune di Cinigiano

Martedì 15 luglio organizziamo, con la collaborazione attiva del Comune di Cinigiano un incontro con tutte le associazioni territoriali, di categoria e di volontariato del territorio, per informare che cosa sta succedendo rispetto al progetto di centrale geotermica alle porte di Monticello Amiata, che cosa stanno facendo i comuni coinvolti, i comitati e soprattutto per spiegare come possono contribuire alle osservazioni.